"Il sogno di Gaia" del 'Da Vinci' emoziona anche a Selva di Fasano

I ragazzi dell'istituto diretto da Stella Carparelli hanno voluto riproporre lo spettacolo già presentato lo scorso giugno al Teatro Kennedy

Uno spettacolo emozionante. Si rimane positivamente impressionati dal fatto che ragazzi così giovani riescano ad esprimere cone varie arti sentimenti, sensazioni, drammiche culminano però con grida di speranza. Ieri sera (mercoledì 14 settembre) è stato replicato, in un Palazzo dei Congressi a Selva di Fasano esaurito in ogni ordine di posto, "Il sogno di Gaia - Nostra Madre Terra", spettacolo-laboratorio realizzato dagli studenti dell'istituto superiore "L. da Vinci" di Fasano i quali si sono ispirati all'Enciclica di Papa Francesco "Laudato sì. Sulla cura della casa comune' a conclusione del progetto “Intrecci di musica e letteratura” coordinato dai docenti Mina Corelli, Michele Iacovazzi e Valeria Leo. E così come era avvenuto a giugno, quando la rappresentazione fu portata sul palco del Teatro Kennedy, i quasi cento ragazzi liceali, ai quali si è unito il coro della scuola media "Bianco-Pascoli", sono riusciti nella straordinaria impresa di far sembrare il tutto un qualcosa di inedito.

 

Nuova tabella turistica alla chiesetta Cariota

In occasione della festività del Nome di Maria, il 8 settembre, presso la chiesetta rurale Silvana della casina Cardiota, in contrada Balice, quasi al limite del confine tra i territori di Fasano e Ostuni l'Associazione Pro Selva ha scoperto ed inaugurato una nuova tabella turistica. Sta per completarsi l'ideale percorso tra le chiesetta della Selva presso ognuna delle quali è stato,posizionato,un cartello descrittivo ed esplicativo.

 

Andar per Masserie - Casaburo

Settembre, per la Pro Selva, vuol dire escursioni alla scoperta del territorio, delle sue masserie e di ambienti naturali. 
Così, anche quest'anno, il programma dell'associazione prevede alcune viste in strutture caratteristiche. 
Abbiamo cominciato oggi, 5 settembre, con la visita alla Masseria Casaburo, posta in posizione pedicollinare non lontano da Fasano. Ad accogliere gli "escursionisti" i padroni di casa, la sig.ra Luciana e il dott. Dodi Mancini che hanno trasformato questo antico insediamento rurale in un'accogliente dimora pur conservando le peculiarità e la vocazione agricola della struttura. 
Masseria già appartenuta all'ordine delle Carmelitane di Fasano (Teresiane) alla fine del '600, citata ed illustrata in un cabreo dell'epoca, ha conosciuto vari proprietari sino ad arrivare alla famiglia Mancini che ha incrementato la produzione olivicola, di mandorle e l'allenamento di equini.
I visitatori hanno potuto apprezzare la tranquillità del luogo, una mezz'aria che domina la piana degli ulivi secolari e guarda dal basso le colline di Selva e Laureto, l'accoglienza dei padroni di casa e il fascino di un luogo dove che il tempo sembra si sia concesso una lunga sosta.

 

Pomeriggio a casa di Mara con le poesia di Elena Sansonetti Anglani

Un pomeriggio nella splendida cornice di Villa Elena.

La padrona di casa Mara Sansonetti ha voluto declamare le poesie di sua madre Elena Sansonetti Anglani.

Presenta anche il consigliere regionale Fabiano Amati.

 .

 

Presentato il video "Le stagioni della Selva"

La Pro Selva ha consegnato i riconoscimenti 'La Selva nel cuore'

 
Altri articoli...