La cantante Nada a Selva di Fasano

 

Nada Malanima, conosciuta semplicemente come NADA, è la cantante che agli inizi degli anni ’70 si fece conoscere dal grande pubblico con canzoni come “Ma che freddo fa”, “Pà diglielo a mà”, “Il cuore è uno zingaro”, “Il re di denari”, e tanti altri successi che ne hanno fatto una popolare interprete della musica leggera nazionale. Il suo cammino artistico e umano l’ha portata a pubblicare, sul finire del 2008, un libro, una sorta di romanzo biografico dal titolo “Il mio cuore umano”, edito da Fazi.

Nada Malanima, sarà ospite dell’Ass. Pro Selva e del Presidio del libro di Fasano, venerdi 9 luglio alle ore 19,00 presso il gazebo dell’Hotel Sierra Silvana a Selva di Fasano proprio per presentare il suo libro. La cantante-scrittrice sarà intervistata dalla giornalista di Antenna Sud Annamaria Minunno. L’ingesso alla manifestazione è libero e gratuito.

 “Il mio cuore umano” racconta la storia di Nada, dall’estate 1953 in Toscana, quando sembrava non dover nascere a causa della gravidanza pericolosa di sua madre, ai personaggi che le sono stati vicini durante la sua infanzia e adolescenza. Attraverso di loro si narra l’evoluzione cui il suo piccolo paese va incontro dopo la sua nascita. Sono gli anni delle prime televisioni, delle riunioni familiari nei circoli Arci per i varietà del sabato sera; sono gli anni dei primi elettrodomestici, dei bagni finalmente dentro le case; gli anni delle prime automobili. La bambina vive questo mondo filtrandolo attraverso la sua ipersensibilità, avvolta in un silenzio quasi irreale, sviluppando con la natura e le cose che la circondano un rapporto quasi mistico-religioso. Sono sempre i suoi occhi a restituirci le immagini di familiari e parenti, gli occhi di chi sente troppo su di sé il dolore altrui e per questo è incline a ritirarsi in se stessa. Una storia raccontata con la sensibilità e gli occhi di una ragazzina che a 15 anni si trova sul palco di San Remo per una nuova e inattesa avventura umana e artistica.