Uno spettacolo per ricordare l'epopea di Radio Bari

L’Associazione Pro Selva ha organizzato per giovedì prossimo, 24 luglio, alle ore 18,30 presso Villa Damaso Bianchi (Il Minareto) a Selva di Fasano una serata per celebrare e ricordare i 90 anni della Radio in Italia, attraverso una conversazione-spettacolo con l’attore barese Nico Maretti.

Già negli anni ’30 nelle principali città Italiane funzionavano sedi distaccate della EIAR, l’Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche, che producevano programmi poi irradiati su tutto il territorio nazionale.

Radio Bari, nata nel 1932, era una postazione all’avanguardia e durante la guerra di liberazione tant’è che con l’appoggio del Comando alleato, irradiava in tutta Italia e anche al di là dell’Adriatico fino ai Balcani e in Medio Oriente, messaggi importanti per le truppe italiane rimaste allo sbando dopo l’armistizio del 8 settembre 1943.

Dopo la guerra Radio Bari continuò ad essere un centro di produzione di programmi di qualità  tra cui radiodrammi, concerti musicali e trasmissioni di intrattenimento unanimemente apprezzate. Tra queste anche “La Caravella” che proponeva personaggi e scenette della baresità. Popolare era il proclama che ogni domenica alle ore 14,00 annunciava: «Qui Radio Bari; va in onda “La Caravella”».

Proprio da questo avviso prende il titolo la conversazione spettacolo di Nico Maretti, nome storico del panorama teatrale pugliese, protagonista di tante rappresentazioni di cabaret, presenza nota in film e fiction Tv. Maretti stesso ha iniziato la sua carriera artistica dai microfoni de “La Caravella” che ha creato personaggi come Colino, Maietta, Mba Vetucce, maschere di una società artigiana e piccolo borghese, inventati dalla fantasia di Vito Maurogiovanni e Pippo Volpe, personaggio che nell’appuntamento silvano riprenderanno vita grazie a Nico Maretti.

La serata di giovedì 24 luglio è organizzata in collaborazione con Radio Diaconia, l’unica emittente fasanese in attività che vanta ben 37 anni di attività. Per l’occasione al Minareto saranno esposti anche vecchi apparecchi radiofonici.

Alla manifestazione si accede previa prenotazione; gli inviti possono essere fissati presso la sede dell’Associazione Pro Selva in viale Toledo n. 35 – Villa Ciccolella (accanto al dispensario farmaceutico) ogni pomeriggio dalle ore 18,00 alle ore 20,00.