Festa dell’Uva alla Selva: un saluto all’estate in allegria

Si è svolta sabato pomeriggio la 5^ edizione della festa dell’Uva, la tradizionale manifestazione di chiusura dell’estate organizzata dall’Associazione Pro Selva.

Anche quest’anno il cuore della collina, Viale Toledo e la Casina Municipale, sono state le location presso le quali la manifestazione si è svolta.

La banda S. Cecilia di Fasano ha aperto il corteo di carri e carretti addobbati a festa con gli attrezzi della vendemmia, carichi di bambini e allegri contadini. Dopo la sfilata lungo viale Toledo il corteo ha fatto sosta presso la Casina Municipale dove si è potuto assistere alla varie fasi della vendemmia: la pigiatura delle uve, secondo i tradizionali metodi, la premitura al torchio, la degustazione del succo che una volta fermentato diventerà vino, il tutto in clima di grande gioia e allegria, proprio del rito della vendemmia.

Il gruppo Voltapagina del Presidio del libro di Fasano ha offerto un reading letterario con la lettura di poesie, brani e racconti ispirati al tema della vendemmia, mentre canti e balli della tradizione contadina hanno fatto da colonna sonora al pomeriggio di festa.

Sono state esposte diverse varietà di uve da tavola e da vino, i tanti presenti hanno potuto gustare i prodotti del forno Lisi, tra cui l’originale Focaccia all’uva,  e i prodotti della terra confezionati da aziende agricole silvane. Momento atteso e di allegria è stata l’estrazione a premi di prodotti agricoli con ceste di formaggi, uova, conserve in palio tra il pubblico.

Fattiva è stata anche la collaborazione delle attività commerciali presenti nel centro silvano per la riuscita della festa.

La Pro Selva concluderà il programma di manifestazioni estive giovedì prossimo , in occasione della festa di san Michele, quando presso l’omonima cappella della Selva, al termine della santa messa pomeridiana, sarà scoperta una tabella turistica, l’ultima del progetto pluriennale che ha consentito di individuare ed indicare, in un ideale percorso, le chiese e cappelle private che sorgono alla Selva di Fasano