Alla scoperta di Porto Cesareo e dell'area protetta

Nell'ambito delle attività culturali dell'Ass. Pro Selva, il 15 maggio è stata organizzata un'escorsione alla scoperta dell'area protetta di Porto Cesareo, località considerata "perla dello Jonio", situata in provincia di Lecce.

Una ventina di soci dell'associaizone ha aderito all'invito e ha partecipato all'iniziativae, dopo la sosta caffè nella sempre incantevole città di Lecce, il gruppo è giunto a Porto Cesareo per una visita al museo di biologia marina.

Sono qui esposti esemplari di fauna marina, racolti da ricercatori e organizzati in un allestimento curato dall'Universitàdi lecce. Tra le curisosità anche la perfetta ricostruzione di uno squalo elefante di 10 metri di lunghezza incappato nelle reti dei pescatori e divenuto un'attrazione del museo.

 

Porto Cesareo grazie al suo "porto naturale" che si affaccia sull'Isola Grande, detta anche Isola dei Conigli è uno dei più bei posti della costa salentina. Essa dista solo 500 m dalla costa ed è ricoperta da una folta pineta di 'Pino d'Aleppo' e da acacie, piantate dai forestali nel circa 40 anni fa. I fondali presentano un caratteristico ambiente sub-tropicale con associazioni animali molto particolari e tipiche dei mari caldi. Il coralligeno, per la presenza di madreporari, si trova a profondità minime ed a brevissima distanza dalla costa. Si incontrano infine coloratissimi nudibranchi ed il gasteropode "Mitra zonata", la cui conchiglia scura a fasce marroni chiare è molto ricercata e considerata una vera rarità dai collezionisti. Il litorale della riserva di Porto Cesareo è molto frastagliato e vario: dalle spianate calcaree dei terrazzi si passa alle spiagge, dove la duna costiera ospita una fitta vegetazione arbustiva tra golfi, insenature, speroni rocciosi, scogli e isolotti. L'integrità dei fondali è testimoniata dal recente avvistamento di alcuni giovani esemplari di Caretta caretta, che è ormai una rarità in Italia peninsulare.

Dopo la passeggiata tra le imbarcazioni dei pescatori, c'è stata l'escursione alla scoperta dell'isola dei Conigli, una vera perla per gli amanti di mare e natura, un angolo di ambiente tropicale inserito nel nostro mare.

Eccellente pranzo presso un ristorantino della zona epoi, saltata per un imprevisto la visita alle cantine e alla Torre federiciana della vicina Leverano, la comitiva si è incamminata alla scoperta dellitorale che fa parte dll'area protetta e dell'antico sistema delle torri di guardia costiere con una sosta all'originalissima Torre Colimena in territorio di Avetrana.