Presentato il programma estivo della Pro Selva

Rendere più gradevole il soggiorno dei villeggianti con spettacoli, attività culturali e sportive, ma anche attenzione al territorio nello spirito di tutela, salvaguardia e valorizzazione della collina fasanese.
Questo in sintesi il programma della Pro Selva per l’estate 2011 ufficialmente presentato domenica scorsa presso la Casina Municipale.
La Presidente, Rosanna Petruzzi Lozupone, ha annunciato che per la nuova stagione estiva si rinnovano tradizionali appuntamenti come la presentazione di libri, le  conversazioni “sotto l’arcone”, gli appuntamenti gastronomici, le passeggiate silvane e le serate dedicate alla canzoni del passato.
Momenti qualificanti del calendario estivo saranno:
- la mostra delle opere di Damaso Bianchi al Minareto (4 agosto), grazie alla Provincia di Bari, proprietaria dei quadri, che ha messo a disposizione i files immagine delle tele del noto pittore (il quale realizzò un secolo fa la villa del Minareto) e che, sebbene in modo virtuale, faranno ritorno nel luogo  in cui sono nate;
- una serata dedicata alla la storia di Paolo Magno (11 agosto), un patriota fasanese iscritto ala Giovane Italia di Mazzini,  nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia;
- La realizzazione del libro” La Selva nel cuore” (21 agosto)  che raccoglie immagini fotografiche della Selva degli dall’inizio del ‘900 agli anni ’60, foto in bianco e nero selezionate dal sodalizio e catalogate in sei capitoli. Il libro, pubblicato dalla Faso editore, può essere già prenotato c/o l'ass. Pro Selva in viale Toledo n. 35.,al costo di € 15,00 con inserimento dei nomi nella tabula gratulatoria.

La presentazione del programma è stata anche l’occasione per un dibattito con l’amministrazione comunale, rappresentata dall’assessore Sergio Pagliara, sui problemi della collina fasanese a cominciare dalla installazione di antenne di telefonia mobile, ai parcheggi, alla viabilità, ecc.
L’assessore ha comunicato che della installazione delle antenne presso il Minareto e all’orto botanico se ne riparlerà in sede politica, orientandosi verso la revoca della deliberazione già adottata, mentre saranno assicurati una serie di parcheggi liberi nella zona dei campi da tennis, dell’isola ecologica e delle poste.
Il sodalizio ha comunque chiesto una particolare attenzione verso la collina affinchè possa essere sempre luogo di attrazione e aggregazione.